FDO #1 // 26092018 // VALORE BF – GALLARATE

Il contagio è iniziato: la puntata pilota di FDO a Valore BF.

Da dove partire? Dai relatori, dalla location, dalle tematiche?

FDO – For Disruptors Only si è presentato al pubblico con il primo evento e lo ha fatto nella sede di Valore BF, a Gallarate (VA).

Non c’eri? Ecco cosa ti sei perso.

1. Gli speaker.

Egidio Alagia di ConnE.Action non è solo l’ideatore di FDO, ma è anche il frontman dell’evento: è stato lui, a Valore BF, a gestire i tempi e gli interventi, raccontando la nascita di FDO e l’origine delle idee alla base del progetto. Dopo di lui è stata la volta di David Mammano, TEDxVarese: tante slide, tantissime foto per spiegare un sogno e la sua realizzazione. Montserrat Fernandez Blanco, poi, ha incantato la platea: le sue coraggiosissime Fuckup Nights sono già storia, la storia di chi magari non ha avuto successo, ma che non per questo ha il timore di parlarne. Con ironia, perché è così che si riparte. Ancora Egidio Alagia sul palco, questa volta con Ombretta Rausa, HR Director Christian Louboutin Services Techniques & Seymechamlou. Con lei si è parlato di soft skills, vedi il punto successivo. Infine, Riccardo Bovetti di di EY ha tirato le fila, raccogliendo spunti e domande durante la tavola rotonda.

2. Le soft skills.

Sono alla base della Disruption, ma anche del lavoro del mondo che verrà. Capacità di adattamento – quando andava di moda, si diceva resilienza -, attitudine al lavoro di squadra, pensiero critico, problem solving, coordinamento, empatia. Abilità che non si imparano a scuola – anche se una buona scuola aiuta a perfezionarle – ma che sono sempre più indispensabili nel mondo del lavoro, in qualsiasi settore. Ne sentirai parlare ancora, qui a FDO, perciò non perderti il prossimo evento al TAG Calabiana di Milano, con Cepar Digital Agency.

3. Beh, la Disruption.

Vera protagonista del ciclo di eventi, definirla innovazione, cambiamento o trasformazione sarebbe veramente riduttivo. Il cambiamento a cui non sei pronto, la trasformazione che tutti hanno il terrore di abbracciare, l’innovazione che fa storcere il naso ma che poi, fra un po’, tutti troveranno geniale. Questa è la Disruption.

4. I partner.

Senza di loro, che evento sarebbe? Oltre a Valore BF, con noi sono stati EY, Classeditori, Fideuram, Creative-Farm, Cepar e Museo Fratelli Cozzi.

 

Non solo networking, molto più di un evento. La Disruption ha iniziato a diffondersi, impossibile fermare il contagio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *