FDO #4 // 0911018 // UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE - MILANO

Il contagio dei giovani procede spedito.

Ci è piaciuto così tanto fare FDO #2 in Università Cattolica che quando ci hanno proposto la possibilità di tornarci abbiamo detto di sì al volo.

E la sfida era stimolante, perché il tema era chiaro: Family Business.

1. LA GIORNATA.

È innovativa l’impresa di famiglia?
È disruptive entrare nell’azienda di famiglia e provare a portarla avanti, anno dopo anno? 
Si, lo è. Magari, facendola diventare innovativa. 

(Forse non tutti sanno che) ogni azienda di famiglia è destinata a vivere almeno un momento disruptive: il passaggio generazionale.
Chi entra in un’azienda di famiglia ha un compito ed una responsabilità molto importante, diversa dal fare start-up.
Non si ha davanti una pagina bianca sulla quale scrivere, ma si eredita un libro e il compito dell’imprenditore diventa quello di immaginare nuovi capitoli mantenendo lo stessa cultura aziendale, lo stesso stile di scrittura.

C’è una parola inglese che lo spiega bene, e che ci piace (quasi) quanto disruption: heritage.

Ringraziamo Cristina Cerri (Tenuta Travaglino), Silvia Ricci (Ricci S.p.A.), Alberto Alemagna (T’a Milano) e Giorgio Rancilio (Rancilio Group) per il privilegio di averci letto e fatto sfogliare qualche pagina dei loro libri più cari, quelli che svettano nella biblioteca storica di famiglia.

E ringraziamo il prof. Claudio Devecchi per aver pensato (ancora) a noi per raccontare l’innovazione e la disruption.

2. I RELATORI.

ALBERTO ALEMAGNA

T'A MILANO

CRISTINA CERRI

TENUTA TRAVAGLINO

SILVIA RICCI

RICCI S.P.A.

GIORGIO RANCILIO

RANCILIO GROUP

Get in touch.

Let's work together, right now, oh yeah, in sweet harmony.